Terza Edizione Premio Hausmann & Co./Patek Philippe

Nel 2015, per la terza edizione del Premio, la Hausmann & Co. e la Patek Philippe hanno deciso di
sostenere la cultura con un contributo all’Accademia di Belle Arti di Roma. La scelta è stata dettata
dal prestigio che l’Accademia riveste nel nostro panorama culturale, essendo una delle più antiche
d’Italia e del mondo ed avendo formato artisti, scenografi e professionisti per le arti visive di fama
internazionale.

Erede di una prestigiosa tradizione, l’Accademia di Belle Arti di Roma, prosegue la sua missione
formativa coniugando la prassi e la ricerca intellettuale, proponendo un’ampia offerta didattica che
spazia dalle discipline più antiche – quali la pittura, la scultura, la decorazione, la stampa d’arte – alle
nuove tecnologie e ai linguaggi multimediali in una continua sperimentazione metodologica ed
espressiva. Si preparano giovani che potranno diventare artisti, esperti d’arte ed operatori culturali
nel vasto settore della comunicazione visiva e delle arti figurative.

L’Accademia persegue la sua funzione didattica rivolgendosi anche al mondo della produzione,
attraverso corsi di graphic e fashion design. La rilevanza culturale dell’Accademia è ulteriormente
rafforzata da un’attività di produzione artistica e ricerca scientifica che si espleta mediante
l’organizzazione di mostre, performances, conferenze, convegni, pubblicazioni anche in
collaborazione con alcuni dei principali musei e Istituti di Alta Cultura italiani e stranieri.
In occasione del Premio Hausmann & Co. – Patek Philippe 2015, è stato indetto un concorso di
idee, al quale sono stati invitati a partecipare tutti gli studenti dell’Accademia con la presentazione
di un’opera eseguita a tecnica libera, sia tradizionale, sia legata alle nuove tecnologie sul tema
“L’orologio, ovvero, il Tempo e la sua misurazione”.

Dei c.a. 2.900 studenti – tra i quali c.a. 700 di origine cinese e molti tra iraniani, europei dell’est e
spagnoli – la giuria, composta per l’occasione da alcuni docenti dell’Accademia, da giornalisti di
settore, oltre che dai rappresentanti dei mecenati Hausmann & Co. e Patek Philippe Italia, ne ha
selezionati oltre 60 che hanno presentato nei termini stabiliti dal bando le loro opere tutte
originali e di esaltante creatività.

I tre giovani vincitori – Sofia Cianfichi, Giulia Carioti e Zhaoyan Chen – sono stati premiati con tre
assegni di studio e con un orologio da polso personalizzato da un’incisione realizzata per
l’occasione. A far da cornice all’evento, il 4 giugno 2015, l’Istituto Nazionale di Studi Romani sul
colle Aventino.

Tags: Premio Hausmann & Co.