Tour degli Orologi / Caffè Aragno

Un altro orologio che, benché chiuso all’interno di un locale, può a pieno diritto definirsi pubblico è quello, ormai non più esistente, ma celebre a suo tempo, che era al centro della Terza Saletta dell’Antico Caffè Aragno, che fu luogo di incontro politici, letterati ed artisti per oltre un sessantennio. Fu, infatti, Giacomo Aragno, che, aperto dapprima un locale a piazza Sciarra, trasferitosi alle Convertite e, per sopravvenute demolizioni, al vicolo dello Sdrucciolo, passò finalmente sul Corso nell’appena costruito Palazzo Marignoli ed inaugurò il locale esattamente il 14 marzo 1890. Al centro della famosa Terza saletta, fu posto un orologio fornito dalla ditta Hausmann e governato con impulsi originati direttamente dal laboratorio della stessa ditta. L’orologio era contenuto in un mobile quadrato e aveva quattro quadranti, un o per lato, e funzionò, segnando spesso ore importanti, fino a quando all’Aragno subentrò la milanese Alemagna, che soppresse la storica Terza Saletta, e con essa scomparve anche l’orologio, importante testimone di sessant’anni di storia non solamente romana.