Assistenza Orologi Roma / Lucidatura Orologi

La lucidatura, contrariamente a quanto si potrebbe immaginare, è un processo complesso e articolato in varie fasi, per le quali sono necessari diversi macchinari e una sapiente sensibilità nelle mani del Maestro Lucidatore.

Prima di poter effettuare la lucidatura, sia la cassa che il bracciale devono essere ben puliti. Per quest’operazione si utilizza una vasca ad ultrasuoni che riesce a rimuovere anche le incrostazioni più difficili. Una volta asciugati, i pezzi sono pronti per essere lucidati.

lucidatura

Lucidare le casse e i bracciali moderni richiede cura e attenzione. Le superfici lucide si alternano con parti satinate, complicando notevolmente il lavoro del lucidatore, che si aiuta con un nastro speciale per coprire le parti che non devono essere, in un caso, satinate, e nell’altro, lucidate. Per la lucidatura vengono utilizzate delle spazzole morbide sulle quali si passa della pasta abrasiva, contenente polvere di diamante. Per la satinatura, invece, si fa ricorso a delle speciali spazzole composte da fili metallici che, ruotando, producono una serie di sottili graffi. Per entrambi i trattamenti, è necessaria molta accortezza per ottenere un effetto uniforme.

Sempre più spesso gli orologi hanno delle parti sabbiate, che vengono realizzate con uno speciale macchinario che produce un forte getto di sabbia da direzionare, tramite un augello, sulla parte interessata.

Se gli orologi hanno una cassa rodiata (come tipico per gli orologi placcati o per quelli in oro bianco), il rodio rimosso durante la lucidatura viene applicato nuovamente, con la collaborazione di laboratori orafi specializzati.

Terminato il processo di lucidatura, le parti sono sottoposte ad un nuovo lavaggio nella vasca ad ultrasuoni, per rimuovere i residui della lavorazione, e asciugate con un getto di aria calda, prodotto da un macchinario apposito, che permette di non lasciare aloni.

laboratorio

Cosa fare se l’orologio va avanti, o perde minuti?

7 marzo 2017 |

Gli orologi meccanici più precisi sono detti “cronometri”, attributo per il quale ottengono una certificazione dal COSC, un ente svizzero indipendente deputato al controllo della qualità dei movimenti degli orologi. Per il COSC, un orologio meccanico è preciso se, a fine mese, fa rilevare uno scarto di circa 2-3 minuti in avanti o indietro rispetto…

Continua a leggere

Come rimettere a segno il datario evitando le insidie meccaniche… e intellettuali!

5 novembre 2014 |

Un normale orologio con datario non è in grado di distinguere le diverse durate dei mesi, e quindi è occorre effettuare delle operazioni di correzione nei mesi con meno di 31 giorni. Ovviamente, tali operazioni di rimessa del datario sono altrettando indispensabili quando si volglia indossare un orologio rimasto fermo perchè non utilizzato per un…

Continua a leggere

Dal nostro Diario: Manutenzione dell'orologio