V premio Hausmann & Co-Patek Philippe: i vincitori 2017

16 giugno 2017 |

Per il quinto anno consecutivo, Hausmann & Co. e Patek Philippe hanno deciso di investire sui giovani talenti che si sono distinti in modo particolare nel corso dei propri studi.
Nel 2013 a ricevere il premio sono stati i diplomandi compositori dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Per la seconda edizione, nel 2014, i giovani ricercatori in oncologia dell’Istituto Pasteur e Università La Sapienza; nel 2015 il premio è stato assegnato a tre studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma ed infine, nel 2016, è stata sostenuta ancora la ricerca, con una donazione alla Fondazione Bambino Gesù di Roma, unitamente al progetto “Vite Coraggiose” incentrato sulla lotta alle malattie genetiche e rare.
In questa quinta edizione, si è deciso di sostenere l’Arte visiva e più precisamente i giovani allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia.Il Centro Sperimentale di Cinematografia, fondato nel 1935 da una idea di Alessandro Blasetti, l’Istituzione italiana dedita all’insegnamento più antica e prestigiosa. Si occupa anche di, ricerca, sperimentazione e produzione nel campo della cinematografia, nella più ampia accezione del termine: film, documentari, fiction, animazione.

La Scuola Nazionale di Cinema, la più antica del mondo insieme a quella di S. Pietroburgo, costituisce un incubatore culturale in cui confluiscono le diverse professionalità nel campo della cinematografia: attori e registi, ma anche produttori, fotografi, sceneggiatori, scenografi, montatori, musicisti e tecnici del suono, oltre ad esperti della cinematografia digitale, docenti, studiosi e studenti di tutto il mondo.
Negli oltre 80 anni di attività Centro Sperimentale di Cinematografia ha formato generazioni di figure di primo piano del nostro cinema: tra i tanti, si ricordano registi come Michelangelo Antonioni, Giuseppe De Santis, Folco Quilici, Antonello Falqui, Francesca Archibugi, Carlo Verdone, Paolo Virzì, Gabriele Muccino; fra gli attori si annoverano Riccardo Scamarcio, Carolina Crescentini, Alba Rorhwacher, Gianni Agus, Arnoldo Foà, Massimo Serato, Claudia Cardinale, Carla Gravina; ma anche produttori come Dino De Laurentiis. E ancora direttori della fotografia, costumisti, scenografi e tanti altri personaggi che hanno avuto fortuna professionale in altri ambiti della vita pubblica, della cultura e dello spettacolo: Pietro Ingrao, Raffaella Carrà, Domenico Modugno, Gabriel Garcia Marquez, Manuel Puig, Angelo Ribellino, Susanna Tamaro.

Una istituzione ancora pienamente operativa: sono più di  300 gli allievi che oggi frequentano i corsi attivi presso la Scuola Nazionale di Cinema.

Ecco perché il V Premio Hausmann & Co. – Patek Philippe – Dedicato a chi ha talento quest’anno si rivolge ai giovani allievi del CSC. La quinta edizione premierà con un assegno di studio del valore di € 6.000.00 chi, tra i giovani registi del corrente anno accademico (2016/2017), avrà realizzato il migliore corto da 60”/90” dal titolo “Il Tempo e il Cinema”.

Foto di gruppo per i registi vincitori

I registi vincitori del premio Hausmann & Co.-Patek PHilippe 2017: Matteo Trincanato, Guido Pedroni, Bejna Hoxha e Alessandro Marin

La consegna delle opere alla giuria (composta da CSC, Hausmann & Co e Patek Philippe) è avvenuta lo scorso 19 maggio 2017.

Il premio per il miglior corto è stato tributato agli studenti iscritti al terzo anno del Corso di Pubblicità e Cinema di Impresa nella sede di Milano del CSC. Il corto, dal titolo “Ephemeral”, ha come protagonista una elegante e canuta raffigurazione del Tempo, che stanco dell’immortalità, cede al fascino dell’effimero. Una interpretazione originale e ben costruita del tema assegnato. I nostri complimenti a Matteo Trincanato, Guido Pedroni, Bejna Hoxha e Alessandro Marin!

Saranno inoltre donati tre orologi Hausmann & Co. ai migliori fra gli attori che sono stati protagonisti dei corti presentati: Nicoletta Dibisceglie, Gabriele Stella e Carlotta Graverini, giovani promesse del cinema italiano.

Il Centro Sperimentale ha inoltre trasformato l’intera donazione di € 24.000,00 in 16 borse di studio del valore ognuna di € 1.500,00, che saranno assegnate ai più bravi fra tutte le professionalità che hanno lavorato ai corti: scenografi, sceneggiatori, costumisti, ecc.

Il sostegno alla Fondazione con l’assegnazione del Premio, degli orologi e delle borse di studio sarà, come ogni anno, celebrato con una serata di gala finale (19 giugno 2017) presso la prestigiosa location del Chiostro di Michelangelo – Terme di Diocleziano – messa a disposizione alla Fondazione/CSC dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

L'annuncio del V premio Hausmann & Co.-Patek Philippe, dedicato al Cinema, sulla stampa

L’annuncio del V premio Hausmann & Co.-Patek Philippe, dedicato al Cinema, sulla stampa