Atto notarile di acquisto della Ditta, datato 1881. Alle origini della storia di Hausmann & Co.

24 giugno 2016 |

Ad avviare l’attività dell’orologeria romana nel 1794 è un intraprendente orologiaio dal nome di Giovanni Romano Ricci. Dopo aver brillantemente portato avanti la florida attività del padre, il figlio Innocenzo Ricci è un uomo agiato e senza eredi quando, intorno al 1870, prende la decisione di associarsi ad un esperto orologiaio di origini tedesche, attirato in Italia, come tanti del suo paese, dalle magie della “Città Eterna”.  Ernst Hausmann rappresenta l’uomo giusto per la nuova epoca: nel 1881 rileva l’orologeria alla quale conferisce nuova auge sotto il proprio nome, che diviene celebre nel settore e ambasciatore dell’alta orologeria nella Città Eterna.

Risale proprio al 1881 l’atto notarile di acquisto della Ditta da parte di Ernst Hausmann, ancora custodito in copia originale all’interno degli archivi Hausmann & Co. Redatto dal Dott. Domenico Monti, “Notaro” in Roma. Una carta sottile e pregiata, sulla quale un pennino ha tracciato, con elegante calligrafia, la decisione di acquisto di un negozio all’epoca definito “ad uso di Orologiaro“, con un curioso ma elegante italiano che molto sa di romanesco, proprio come il titolo di “Notaro”. Ancora più curioso è il prezzo: la cessione è avvenuta per un importo di Lire 20.000!

L'originale dell'atto di acquisto del Negozio

L’originale dell’atto di acquisto del Negozio

L’atto è ancora corredato della cartellina in cartone originale, di un brillante colore verde, che ricorda le ancora attuali metodiche dei notai!

Archivio documenti storici atto notarile d'epoca copertina Hausmann & Co.

Di particolare interesse anche l’aspetto economico della transazione. Non il valore del negozio acquistato, ma i costi per la stipula dell’atto! Si riporta infatti un diritto sulla vendita e sull’affitto dei locali, ma anche i costi per la carta e la scrittura dell’atto (forse giustificata dalla bellissima calligrafia!), sia in originale che per la copia d’Archivio, il costo di Registro ma anche la tassa sullo stesso. Per un totale di 579,10 Lire.

I costi notarili

Il dettaglio delle spese notarili

Documenti storici dal valore unico per una azienda di tradizione familiare secolare.

IMMAGINE

La sede del negozio era allora Piazza Colonna, all’intero di Palazzo Piombino. A causa dei lavori di rifacimento del centro storico legati al nuovo ruolo di Roma quale capitale del neonato Regno d’Italia, l’attività si trasferì nell’ancora attuale sede di via del Corso 406, all’interno di Palazzo Fiano, nel 1980. Il trasferimento rappresenta l’occasione anche per sviluppare il laboratorio di orologeria, selezionando i migliori orologiai, capaci di riprodurre interamente a mano qualsiasi parte di un orologio e sempre al corrente di tutte le innovazioni tecniche di un settore in costante evoluzione. Per questo motivo, Ernst Hausmann si associa con un tecnico di rara competenza, suo conterraneo, di nome Hermann Frielingsdorf, proveniente dal famoso orologiaio Kutter di Stoccarda. Per celebrare l’ingresso del nuovo socio, nel 1895 il nome della Ditta si trasforma nell’attuale “Hausmann & Co.”