Evergreen watches: il Lange 1 di A. Lange & Söhne

31 ottobre 2014 | , ,

Solo l’unicità della storia di A. Lange & Söhne può spiegare l’unicità del suo segnatempo-simbolo: il Lange 1.

1845: Ferdinand A. Lange fonda la manifattura A. Lange, nelle montagne della Sassonia. la sua tradizione viene perpetuata dai figli, che nobilitano la Casa dandogli lustro fino al secolo seguente.

1945: A. Lange & Söhne ha provato a salvare la propria fabbrica dai bombardamenti degli Alleati per tutto il periodo della Seconda Guerra Mondiale. Gli anni del nazismo avevano imposto un adattamento dell’offerta alla domanda bellica, e gli orologi da pilota che in quegli anni venivano prodotti dalla Casa sassone non recavano il nome A. Lange & Söhne sul quadrante per evitare che gli Alleati potessero risalire al produttore e distruggerne le fabbriche. Questa precauzione non fu sufficiente, perchè la fabbrica fu bombardata l’ultima notte di guerra. I progetto di ricostruzione di Walter Lange furono annullati dall’invasione sovietica e la conseguente nazionalizzazione delle fabbriche.

1990. Un anno dopo la caduta del muro di Berlino, Walter Lange definì il piano indutriale per la rinascita della manifattura. Il marchio viene nuovamente registrato, e viene avviata la progettazione e la realizzazione dei primo orologi moderni…

1994.  Dopo 4 anni di lavoro, A. Lange & Söhne presenta la sua prima collezione moderna di orologi. Fra questi, il Lange 1: con il suo quadrante asimmetrico, con indicazioni non sovrapposte, e la caratteristica grande data, è divenuto l’icona della Casa sassone. Dalle ceneri della tradizione orologiera anteriore alla Seconda Guerra Mondiale nasce questo design unico dell’orologeria.

2014: il 24 ottobre A. Lange & Söhne celebra i 20 anni del Lange 1.

Il design del Lange 1 riprende la tradizione sassone e i miti di casa A. Lange & Söhne:

  • Il design del quadrante è ispirato agli orologi della tradizione sassone: su alcuni esemplari, ancora oggi custoditi al Museo di Dresda, i quadranti presentano più sotto-quadranti e contatori non centrati, con disposizioni che ricordano quella del Lange 1 (vedi galleria);
  • La grande data, posizionata fra le ore 1 e 2, è ispirata al primo orologio realizzato da Ferdinand A. Lange. Ma il moderno brevetto per la grande data, presentato proprio in occasione del lancio del Lange 1, è molto diverso nel funzionamento: l’orologio di Ferdinand era un grande orologio ad affissione digitale, montato su due ruote, progettato per l’Opera di Dresda (il cd. “Orologio a Cinque Minuti“). Il funzionamento della grande data è invece basato su due dischi sovrapposti che, in combinazione, indicano il giorno del mese.

Due caratteristiche, queste, che rendono inconfondibile il bellissimo Lange 1.