La cura dei gioielli: le perle sono un materiale organico, da indossare con la giusta attenzione. Alcune indicazioni per la cura delle perle

5 agosto 2014 |

Le perle hanno una lucentezza unica, che conferisce eleganza sia al gioiello sia alla fortunata che le indossa. Non sono fragili, ma sono delicate poichè composte di materiale organico. Le giuste cautele, che suggeriamo di seguito, possono aiutarvi a prendervi cura delle perle e a conservare tutta la loro bellezza nel tempo.

Ouverture laccio grigio con chiusura diamanti e perla tahiti

Come prima buona regola, è importante evitare il contatto con sostanze acide, che potrebbero opacizzare lo strato di madreperla, danneggiandone irreversibilmente la lucentezza. Attenzione quindi a:

  • I prodotti di bellezza, quali le lacche, i cosmetici e i profumi. Indossare le perle deve essere l’ultimo passaggio della preparazione per una serata speciale: così sarete sicure di evitare che profumo, lacche, creme o altri cosmetici possano essere applicati direttamente sul gioiello.
  • Il sudore della nosta pelle. Una buona prassi è evitare di indossarle troppo a lungo nelle giornate estive particolarmente afose e durante le attività sportive.
  • Gli agenti acidi contenuti in alcuni cibi come la frutta (soprattutto gli agrumi), l’aceto e l’alcool. Se una di queste sostanze dovesse entrare in contatto con le vostre perle, pulitele subito con un panno morbido in contone leggermente inumidito (meglio se con acqua minerale o distillata, che sicuramente non contiene cloro o altre sostanze chimiche).

Una buona prassi è quella di pulire sempre le proprie perle prima di riporle. Basta un panno morbido, in cotone, eventualmente bagnato con poca acqua, per rimuovere i residui di acidità che potrebbero rovinarle. Evitate invece i saponi, i prodotti per la pulizia dei gioielli, più aggressivi, e il lavaggio con gli ultrasuoni.

La disidratazione è un altro fattore dal quale proteggere le perle. Sono “gemme vive”, composte di materiale organico, e quindi anche da proteine e acqua. Se vengono sottoposte ad uno stress termico (ad esempio, una temperatura superiore a 60° C), queste sostanze possono regredire, causando la disidratazione e la morte della perla: i pigmenti si seccano e la perla diventa completamente opaca ed incolore. Perchè le vostre perle siano mantenute sempre ad un giusto stato di idratazione, la cosa migliore è indossarle, perchè l’umidità della nostra pelle contribuisce alla reidratazione. E’ indicato inoltre conservarle in luoghi non troppo caldi o secchi e non esporle a fonti di luce diretta.

Per la custodia, se possibile separatele dai gioielli più duri, in metallo o con pietre preziose, per evitare che questi possano graffiarle o scalfirle. Procuratevi un contenitore individuale, o una busta in tessuto (ottimi la seta e il velluto, mentre sono da evitare il cotone e la lana) con la quale riporle nel portagioie con gli altri gioielli. Evitate anche le confezioni trasparenti: oltre al fatto che la plastica potrebbe rilasciare agenti chimici dannosi, l’azione della luce sulle perle potrebbe ingiallirle, oltre ad aumentare il rischio di disidratazione.

Una ultima raccomandazione sulal cura delle perle riguarda l’infilatura: controllate il buon mantenimento del filo delle perle, e precedete il momento della rottura facendole reinfilare dal vostro gioielliere. Come orizzonte temporale, considerate che un filo di perle indossato frequentemente dovrebbe essere rinfilato più o meno una volta l’anno. Abbiate anche cura di non bagnare il filo delle perle, per evitare la formazione di muffe.