Watchmaking storytelling: quanto indossare un orologio automatico perchè sia carico?

12 agosto 2013 |

Non tutti i meccanismi automatici sono uguali… le scelte progettuali delle diverse Case producono sistemi di ricarica automatica piùo meno efficienti (ovvero più o meno rapidi nel ricaricare la molla di carica).

La risposta alla domanda “per quanto deve essere indossato un orologio automatico per mantenerlo sempre in funzione?” non può quindi avere risposta univoca. L’unico dato che viene però fornito dalle Case relativamente all’efficienza dei movimenti da loro realizzati è quello della durata massima della carica, ma non il modo o il tempo in cui questa viene raggiunta.

L’unica informazione certa che possediamo è quindi il fatto -banale- che sia necessario un adeguato movimento del polso per ricaricare l’orologio. Banale, ma non scontato, specialmente nelle persone che conducono una vita poco movimentata, lavorano dietro una scrivania e levano l’orologio appena rientrate in casa!

Per scoprirne di più sul funzionamento degli orologi automatici, clicca qui!

Sabine Lisick - Longines

Sabine Lisicki, con al polso un Longines, sulla terrarossa di Winbledon, dove ha battuto Serena Williams arrivando così in finale ed aggiudicandosi il secondo posto.